CECI

CECICECI.

CECI.

Di ceci ce ne sono vari tipi ma sono sostanzialmente indifferenti per l’uso in cucina e hanno proprietà importantissime come quella di abbassare il colesterolo .

A conferire ai ceci tale proprietà (e quindi la capacità di proteggere il cuore) sarebbero non solo le fibre, ma soprattutto magnesio e folato.

Questo legume, infatti, pur essendo uno dei piatti poveri della tradizione contadina, di povero ha in realtà ben poco: è ricchissimo di folato, un elemento che contribuisce ad abbassare i livelli di omocisteina, un amminoacido che, quando è in eccesso nel sangue, aumenta il rischio di infarto e ictus.

Chi consuma la razione giornaliera consigliata di folato potrebbe ridurre il rischio-infarto del 10% e un solo piatto di ceci fornisce il 70,5% della razione giornaliera di folato.

Ma non è tutto: l’abbondanza di magnesio migliora la circolazione sanguigna, l’apporto di ossigeno e sostanze nutritive, mentre una sua carenza è associata all’incidenza di infarti.

È anche diminuita l’assunzione di proteine e grassi monoinsaturi, mentre è cresciuta quella di carboidrati. Tutto grazie a un povero pugno di ceci.

 

 

CECI – Alimentazione Consapevole – abbassano il colesterolo, il rischio di infarto e di ictus e inoltre migliorano la circolazione sanguigna.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Legumi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *