TOPINAMBUR

TOPINAMBURTOPINAMBUR

Il Topinambur (Helianthus tuberosus L.) è noto anche come “patata americana”, “patata del Canada”, “pera di terra”, “tartufo di canna”, “tartufala bastarda”.

La sua origine non è ancora stata accertata, ma prevale la tesi che sia originario delle praterie occidentali del Nord America e Canada, dove cresce spontaneo, così come cresce spontaneo nelle nostre regioni del nord e del centro.

Pochi lo conoscono come alimento, ancora meno come rimedio terapeutico.

Il topinambur, ha un altissimo contenuto di inulina, una particolare fibra altamente solubile, è il migliore alleato alimentare dei diabetici. Favorisce la secrezione lattea e contrasta la ritenzione idrica.

L’ inulina è un particolare tipo di fibra idrosolubile, si scioglie in acqua all’interno dell’intestino.

Bere acqua in buona quantità prima di mangiarlo e dopo la sua ingestione. L’unione tra acqua e l’inulina del topinambur crea una appagante sensazione di sazietà.

L’ inulina riduce il colesterolo totale, i trigliceridi nel sangue e la formazione di gas a livello intestinale, ha un blando effetto lassativo, migliora la digestione, riequilibra la flora intestinale potenziandone l’attività e migliorandone il metabolismo, aumenta i bifidobatteri positivi (importanti per la corretta digestione e la salute del colon) e contemporaneamente riduce significativamente i batteri ritenuti nocivi.

Può essere utilizzata come fibra alimentare, tanto che le ultime ricerche hanno permesso di produrre un sostituto dei grassi (quindi a minor contenuto calorico) impiegabile nelle preparazioni di dessert surgelati e cioccolato. Infatti fino a concentrazioni del 10-12%, l’inulina riesce a dare soluzioni stabili in prodotti alimentari come gelati o yogurt, senza alterare forma e sapore.

Per le sue proprietà altamente nutrienti, può essere considerato un vero e proprio integratore per il benessere fisico, particolarmente indicato per i malati di diabete. Ha inoltre effetti benefici sul colesterolo e sull’aumento del latte nelle donne in allattamento.

Contiene le vitamine del gruppo B e grazie al contenuto della fibra solubile, le pochissime calorie, sono ancora meno assorbite dall’organismo. Per cui, se consumato senza condimenti pesanti è ideale nelle diete dimagranti.

I piccoli fiori della pianta molto simili a margherite, possono essere usati come insetticida naturale, perchè hanno un profumo molto sgradito alle mosche. Un’altro utilizzo particolare è quello della farina di Topinambur, che si trova nei negozi di alimenti naturali. Aggiunta ad altre farine nella percentuale del 10%, rendono i preparati adatti a diabetici e stitici.

Propietà del topinambur:

  • Diuretico, molto adatto per le persone con reumatismi , ritenzione idrica o il diabete .
  • Ha 80% di acqua
  • Il contenuto nutrizionale è di circa il 15% di proteine, il 9% di zuccheri o carboidrati e 4% di fibre. Ha  pochissimo grasso, solo l’1%, ma sono ricchi di varie vitamine e minerali.
  • Non contengono amido.
  • Sono in grado di combattere i gas in eccesso
  • Contiene inulina, un carboidrato complesso di catene molecolari di fruttosio (una forma di zucchero che si trova nella frutta).
  • Il Topinambur, conosciuto anche come carciofo di Gerusalemme.

 

 Per l’impiego in cucina consigliamo una semplice ricetta visitabile anche alla Sezione Salse delle Ricette, vedi Crema di Topinambur.

 

 

IL TOPINAMBUR (Helianthus tuberosus L.) è noto anche come “patata americana”, “patata del Canada”, “pera di terra”, “tartufo di canna”, “tartufala bastarda”

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Verdura Selvatica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a TOPINAMBUR

  1. silva scrive:

    E’ un alimento eccezionale che ha scoperto da poco tempo. Ora ne faccio uso due volta la settimana. Ha gusto di carciofo e mi piace moltissimo. A volte abuso un po’ speriamo che non disturbi l’intestino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *