SEMIFREDDO ALLE MANDORLE

SEMIFREDDO ALLE MANDORLE.

SEMIFREDDO ALLE MANDORLE

SEMIFREDDO ALLE MANDORLE.

(- Difficoltà = Media-).

Ingredienti per 6 persone.

 

Ingredienti per il  SEMIFREDDO ALLE MANDORLE:

1 stampo da plumcake da 18cm;
Carta da forno;§
Ml. 750 latte di mandorle;
2 cucchiai farina di mandorle;
1 cucchiaio raso di lecitina (soia o girasole);
1 cucchiaio raso agar agar;
1 cucchiaio amido di mais;
6 cucchiai olio di mandorle o di sesamo;
Ml. 250 crema pasticcera alle vaniglia (vedi ricetta….Crema Pasticcera Veg.);
1 tazzina di orzo;
Biscotti secchi vegan.

Per guarnire scaglie di mandorle e quinoa soffiata.

Preparazione del SEMIFREDDO ALLE MANDORLE:

Meglio preparare il semifreddo il giorno precedente per permettere che si raffreddi bene.

Rivestire con la carta da forno bagnata lo stampo coprirne il fondo con i biscotti inzuppati di orzo, volendo si può fare uno strato con marmellata di amarene come ho provato io ma non mi è piaciuta.

Preparare la crema pasticcera come da ricetta, versarla sui biscotti e mettere il tutto in frigo.

In una casseruola mettere amido di mais, agar agar, lecitina e farina di mandorle, mescolare le farine e volendo, se piace più dolce, aggiungere 3 cucchiai di malto.
Unire il latte di mandorle mescolando bene e porre sul fuoco, portare a bollore mescolando e far bollire 5 minuti.

Far raffreddare completamente così si addensa molto.

Una volta freddo montare con una frusta o uno sbattitore elettrico e versare il tutto nello stampo.

Caramellare leggermente la quinoa e le scaglie di mandorle, guarnire la superfice e mettere il tutto in congelatore per almeno 4 ore.

Tirar fuori dal congelatore un’ora prima di servire, con delicatezza toglierlo dallo stampo e trasferire sul piatto da portata.

 

 

 

SEMIFREDDO ALLE MANDORLE – Alimentazione Consapevole – Questo dessert é qualcosa di veramente unico se considerato che é completamente vegano. Da provare!!

 

 

Questa voce è stata pubblicata in 5-Dolci, Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *